Viaggiare-tempi-covid-19
lifestyle,  Viaggi,  Viaggio in solitaria,  vivere slow

Viaggiare ai tempi del Covid-19

Viaggiare ai tempi del Covid-19 sembra un’impresa impossibile, difficile e pericolosa. In alcuni casi è davvero così: ci sono limitazioni sugli spostamenti extra UE, quarantene di due settimane da fare all’arrivo e al ritorno, voli che oggi ci sono e domani vengono cancellati. Ogni Paese, inoltre, ha misure diverse. Eppure il viaggio non è sparito del tutto dalle nostre vite.

Viaggiare ai tempi del Covid-19: è ancora possibile farlo, sia in Italia che all’estero

In realtà, seppure con qualche limitazione, è ancora possibilissimo viaggiare, almeno nel Belpaese e in molte zone dell’Europa. Non ci resta che preparare le valigie e andare in quel luogo in cui non siamo mai stati.


Abbiamo uno dei Paesi più belli del mondo

Un mio amico svizzero poco tempo fa ha descritto l’Italia come “un continente in un Paese”. Come dargli torto? Andiamo dalle Alpi alle splendide spiagge siciliane passando per il un florido Appennino, isole ancora selvagge e città dal sapore europeo, possediamo le vestigia delle antiche civiltà romane, etrusche e greche e città uniche come Venezia e Firenze che ci invidiano in tutto il mondo (in realtà ci invidiano così tanti posti in Italia che elencarli tutti ora sarebbe impossibile). Inoltre abbiamo il numero più alto di siti Unesco: ben 55!

Viaggiare in questo periodo può essere una buona idea per scoprire il nostro Paese.


La maggior parte delle Nazioni europee sono aperte

L’Unione Europea è senza barriere e ora si può andare praticamente ovunque, anche se prima di partire è consigliatissimo controllare il sito della Farnesina “Viaggiare sicuri” per eventuali restrizioni. Oltre a viaggiare dal Nord al Sud Italia e viceversa, di recente sono stata in Slovacchia, Repubblica Ceca e Polonia lo scorso mese senza problemi, indossando sempre la mascherina e mantenendo le distanze sociali. Adesso sono in Ucraina, previa assicurazione per il Covid-19.


5 consigli per avere soldi per viaggiare

5 consigli per avere soldi per viaggiare


Alla scoperta delle tappe meno battute

Se visitare Parigi e Londra in questo momento può essere rischioso dato il grande numero di abitanti e di gente che va e viene, perché non andare in posti meno conosciuti? Un paesino della Provenza o la regione dei laghi in Finlandia, un’isola greca di quelle sempre affollate in estate ma che esprimono il proprio vero potenziale quando c’è meno gente o un borgo medievale nel Paesi Baltici. Viaggiare ai tempi del Covid-19 significa stare attenti e proteggere il prossimo senza rinunciare ad emozionarsi ancora.

Alcuni paesi extra Schengen sono aperti

La Georgia, poco visitata da noi italiani, ci dà il benvenuto con la sua cucina speziata e i balli folli, l’Ucraina è aperta a tutti i visitatori delle zone verdi ed è raggiungibile via terra se dovessero cancellare il volo. I Balcani, in tutta la loro bellezza, sono giusto di fronte al bel Paese. Sempre nel rispetto delle norme di sicurezza, viaggiare è possibile.

Prezzi più economici e zero turisti

Una cosa positiva del viaggiare ai tempi del Covid-19 è che i prezzi degli alloggi sono diminuiti di molto proprio per attirare più turisti. In est Europa ho trovato appartamenti dotati di tutti i comfort per 16 euro a notte! Inoltre è il momento giusto per vivere il mondo senza il turismo di massa e i gruppi organizzati: nonostante Venezia sia la mia città, quest’estate me la sono goduta da turista senza le centinaia di cinesi e americani ciondolanti per le calli, ma soprattutto ho girovagato per la Capitale nel weekend di ferragosto senza traffico né visitatori in massa.

Un viaggiatore sa rigirare a suo favore anche le più grandi disavventure.



Lifestyle

Tante storie sulla vita da scrittrice nomade

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *